Modena

L’ensemble impegnata nella residenza artistica “Shadow sequences”

today3 Novembre 2022

L’ensemble impegnata nella residenza artistica “Shadow sequences”
L’ensemble impegnata nella residenza artistica “Shadow sequences”
L’ensemble impegnata nella residenza artistica “Shadow sequences”

Si conclude domenica 6 novembre con un concerto “Shadow sequences”, la residenza artistica promossa dal Centro musica del Comune di Modena a cui partecipano cinque giovani musicisti del territorio (Alberto Brutti, Jacopo Buda, Agnese Menguzzato, Carlo Sampaolesi e Giulia Zaniboni). L’appuntamento è alle 21 nella Torre del MusicHub, in via Morandi 71, dove è in programma il live di “restituzione” del progetto dedicato alla musica di ricerca e alla sperimentazione artistica in corso in questi giorni col coinvolgimento della violoncellista e compositrice britannica Lucy Railton.

All’interno di “Shadow sequences”, Railton ha sviluppato una composizione per musicisti e nastro elettroacustico assieme all’ensemble di dei cinque giovani selezionati, tutti residenti in regione e con età inferiore di 36 anni. Seguendo il suo lavoro, che unisce pratiche elettroniche ed elettroacustiche con la composizione e la performance strumentale, i partecipanti indagano pratiche di performance interattive e di spazializzazione sonora, psicoacustica e microtonalità, attingendo a principi di creazione sonora collettiva partendo dalla consapevolezza del carattere sonoro dello spazio e del movimento al suo interno.

L’evento del 6 novembre è a ingresso gratuito su invito, previa prenotazione: le informazioni necessarie per prenotare il proprio invito si possono trovare sul sito www.musicplus.it e sui canali social del Centro musica; è possibile anche contattare la struttura via mail (centro.musica@comune.modena.it) o telefonicamente (059 2034810).

“Shadow sequences” è promosso nell’ambito di Sonda Music Sharing, il progetto finanziato all’interno della legge musica 2/2018 della Regione Emilia Romagna per il triennio 2021 – 2023.

Scritto da: redazione


Articolo precedente

Al De André reading concerto sulla beat generation nato da un’idea della cantante Monica Perboni

Casalgrande

Al De André reading concerto sulla beat generation nato da un’idea della cantante Monica Perboni

Domenica 6 novembre, alle 17, al Teatro De André di Casalgrande: “Chet Baker, Jack Kerouac e la beat generation”, nato da un’idea di Monica Perboni. “Singin’ Chet Baker” è nato dall’idea della cantante Monica Perboni, come ringraziamento ad un grandissimo artista, amato prima come trombettista, soprattutto nelle sue sessioni con il sassofonista Gerry Mulligan, e successivamente come cantante, conosciuto in questa veste solo dopo la visione del film a lui […]

today2 Novembre 2022


0%