Casalgrande

Il Festival Mundus 2021 arriva a Casalgrande con tre serate all’insegna del jazz italiano

today8 Luglio 2022

Il Festival Mundus 2021 arriva a Casalgrande con tre serate all’insegna del jazz italiano
Il Festival Mundus 2021 arriva a Casalgrande con tre serate all’insegna del jazz italiano
Frida (ph. Petra Magoni)

Martedì 12 luglio – Frida Bollani Magoni. Il jazz italiano e i suoi protagonisti animeranno tre serate presso una storica location di Mundus, le Scuderie di Villa Spalletti a San Donnino di Liguria, Casalgrande, grazie alla sinergia tra ATER Fondazione e Casalgrande Jazz Festival.

Tra i protagonisti due figli d’arte, la prima ad esibirsi è Frida Bollani Magoni cantante e pianista dal talento raro, figlia di Stefano Bollani e Petra Magoni, che sarà in scena martedì 12 luglio in un concerto di standard jazz e non solo.

Da sempre immersa nel mondo dei suoni e della musica comincia a studiare regolarmente pianoforte classico all’età di 7 anni sotto la guida del maestro Paolo Razzuoli, che le insegna la notazione musicale in Braille, essendo ipovedente. Con il tempo lavora anche sulla voce, studiando canto. Nonostante la giovane età, ha collaborato più volte con l’Orchestra Operaia di Massimo Nunzi (Jazz Big Band) sia come cantante che come pianista esibendosi all’Auditorium Parco della Musica di Roma. In occasione delle celebrazioni del 2 giugno 2021 ha dato un’emozionante esibizione al Quirinale di fronte al Presidente della Repubblica, oltre alla toccante interpretazione dell’Inno nazionale, la giovanissima musicista ha eseguito in musica e voce una versione commovente del capolavoro di Lucio Dalla “Caruso” e omaggiato Franco Battiato, recentemente scomparso, con una bellissima interpretazione del brano “La Cura”.

Il primo gennaio 2022 Frida è stata ospite dello show “Danza con me” di Roberto Bolle andato in onda in prima serata su Rai 1.

Ilaria Fantin e Petra Magoni

Mercoledì 13 luglio – Petra Magoni e Ilaria Fantin: “Cosa sono le nuvole?”. Lo stesso palcoscenico di Villa Spalletti verrà condiviso dalla madre di Frida Bollani, Petra Magoni con Ilaria Fantin mercoledì 13 luglio, nel nuovo progetto “Cosa sono le nuvole?” – emozioni di passaggio, come le nuvole, attraverso le note di Sinéad O’Connor, Fabrizio De André, Domenico Modugno, Joni Mitchell, Deep Purple e tanti altri.

Un concerto-racconto dove il suono dell’arciliuto si fonde con il timbro unico di Petra Magoni, creando una sinergia originale. Un viaggio che ripercorre la musica dall’antico 1500 ai giorni nostri riadattando note che hanno fatto la storia e che grazie alle abili corde di Petra riescono a rinascere sotto una nuova luce. Classica, rock, popolare, folk, leggera, la musica si allontana dalle etichette e si libera dal tempo, interpretando note e parole che, anche a distanza di secoli, parlano ancora di noi, di oggi.

Petra Magoni non ha bisogno di grandi presentazioni: da anni in duo con Ferruccio Spinetti, storico contrabbassista degli Avion Travel, si esibisce sui più importanti palcoscenici internazionali con il progetto di grande successo “Musica Nuda”. Petra si dedica anche al teatro e ad altri progetti paralleli, tra cui il duo con la liutista vicentina Ilaria Fantin, il 26 novembre 2021 è uscito il loro nuovo album insieme “All of us”.

Paolo Jannacci (Ph. Simone Galbiati e Nicola Allegri)

Giovedì 14 luglio – Paolo Jannacci: “In concerto con Enzo”. Paolo Jannacci, “In concerto con Enzo” chiuderà gli appuntamenti di Casalgrande il 14 luglio: voce e pianoforte si uniscono agli strumenti in trio su brani jazz originali e sulle canzoni più care al pubblico di suo padre Enzo. Una serata tra musica jazz e canzoni d’autore uno spettacolo pieno di poesia e musica. Con le  parole di Paolo Jannacci: “Tantissimi amici hanno chiesto di potermi ascoltare in concerto, facendo vivere ancora le canzoni del papà, sapendo che io fossi la persona più indicata per farlo.
Ho deciso di offrire al pubblico uno spettacolo di canto e musica, che comprende il mio repertorio di brani jazz originali e le canzoni di Enzo più care al pubblico e alla mia famiglia.”

Paolo Jannacci voce e pianoforte sul palcoscenico con Roberto Gualdi (batteria), Daniele Moretto (tromba),

Marco Ricci (basso elettrico).

Informazioni di biglietteria

Biglietto € 10,00

In caso di pioggia il concerto si terrà presso il Teatro De André (Piazza Roberto Ruffilli, 1)

Per informazioni e prenotazioni
Teatro De André
info@teatrodeandre.it
www.casalgrande.re.it – www.teatrodeandre.it
T. 334 2555352

 

Per maggiori informazioni

ATER Fondazione – www.ater.emr.it, T. 059 340221

mundus@ater.emr.it  FB festivalmundus

 

Scritto da: redazione


Articolo precedente

Yves Tumor, un fenomeno sul palco di Arti Vive Festival

Appuntamenti

Yves Tumor, un fenomeno sul palco di Arti Vive Festival

Yves Tumor (credit Paul Kooiker) Quello di Yves Tumor è l’appuntamento più atteso di Arti Vive Festival. Sabato 9 luglio, alle 21, l’innovativo e imprevedibile artista afroamericano con una parabola esistenziale sospesa tra Stati Uniti ed Europa, calcherà il palco di piazza Lusvardi, dopo l’opening di Møaa, per uno dei concerti più importanti a livello internazionale. Al centro del live, i due ultimi lavori dell’artista: “Heaven to a tortured mind” […]

today8 Luglio 2022


Post simili


0%